6° Campionato Italiano a Squadre 

Serie B

(1987-1990)

il Circolo Scacchistico Grossetano vince il Campionato Italiano di Serie B

 

.

I CAMPIONI   da sinistra a destra (I dati in tabella si riferiscono al 1990):

Giuseppe Ferro di Montorsaio (GR), 56 anni, Capitano, 1ª Categoria Asigc

Enzo Paris di Grosseto, 40 anni, CM Asigc, 3ª Naz. FSI 

Franco Landolfi di Livorno, 32 anni, Maestro Asigc, CM FSI

Massimiliano Marcucci di Grosseto, 25 anni, 1ª Categoria Asigc, 1ª Naz.FSI 

..

Quei maremmani di Ferro...

Leggiamo dalle cronache dell'epoca chi erano i quattro campioni che hanno portato il titolo a squadre in quel di maremma. Di seguito vengono poi riportate alcune note di attualità, a dire il vero piuttosto scarne;  infatti nessuno dei quattro giocatori è in attività, addirittura Massimiliano Marcucci, il più giovane, smise di giocare i tornei individuali non appena conquistato il titolo, limitandosi in seguito ai campionati a squadre senza riassociarsi all'Asigc. La squadra fu capitanata da Giuseppe Ferro, l' anziano del gruppo e l'unico, da un momento in poi della vita, a dedicarsi esclusivamente al gioco per corrispondenza. 

Franco Landolfi, 32 anni, sposato con tre figli, è impiegato bancario e sindacalista. Nato a Roma, ma grossetano d'adozione, si è dovuto trasferire a Livorno per motivi di lavoro. Nell'ASIGC ha vinto il primo campionato italiano studentesco e dal 1985 è Maestro; nella FSI è Candidato Maestro, titolo ottenuto con la vittoria al torneo di Lacona (Isola d'Elba) nel 1985. Da allora non ha più giocato nei tornei ufficiali a causa dei molti impegni che gli rendono difficoltoso anche il telegioco.

.

Franco Landolfi si è ritirato da poco dal gioco attivo, nel 2002 era ancora iscritto all'ASIGC con la categoria di Maestro Senior. Abita sempre a Livorno. Qui lo vediamo in una foto del 2000 insieme alla figlia. 

Enzo Paris, 40 anni, sposato con due figlie, lavora in banca. E' nato a Grosseto. Pur avendo appreso le regole degli scacchi nell'infanzia, ha iniziato a giocare solo verso i venticinque anni, quando un amico gli chiese di accompagnarlo ad un'assemblea dell'ASIGC che si svolgeva nella sua città. Grazie a quell'evento occasionale conobbe la nostra associazione ed ha allora ha sempre giocato per corrispondenza, compatibilmente con due altre grandi sue passioni: il pianoforte classico, che lo accompagna da quando era bambino, e la programmazione al computer. Per quanto riguarda i suoi risultati per corrispondenza, ha vinto i tornei 3=D-307, 3=D-309, 2=D-177, 2=D-179, 1=D-191 e 1=D-192; con gli ultimi due ha conquistato la categoria di Candidato Maestro. A tavolino ha disputato un solo torneo FSI, nel quale si è classificato primo ex-aequo, ottenendo la seconda nazionale. 

Oggi Enzo Paris è in pensione da pochi mesi.

Giuseppe Ferro, siciliano, 56 anni, vive da quasi venti anni in una casa di campagna nella provincia di Grosseto, dove conduce una piccola azienda olivicola e si dedica indisturbato ai suoi numeroso hobbies: musica, informatica, entomologia, lettura, fotografia. Gioca a scacchi sin da bambino, ma ha cominciato ad approfondire la teoria solo da una dozzina di anni. E' inclassificato a tavolino, che peraltro ha quasi completamente abbandonato da quando, nel 1981, ha scoperto il telegioco, raggiungendo rapidamente la prima categoria ASIGC.

.

Nella vecchia foto di squadra Giuseppe Ferro è il meno visibile, eccolo allora in una foto recente, da pensionato. Si è ritirato dal gioco attivo nel 1995, ma non ha smesso di occuparsi di scacchi.

Oggi Ferro ha unito l'interesse per il computer con quello per il gioco; ha sviluppato alcuni programmi (uno per la gestione dei tornei per corrispondenza, un'altro per l'editing di partite e diagrammi che implementa tutti i font scacchistici di sua conoscenza, e un terzo, infine, che costituisce un'interfaccia Windows per l'uso facilitato di Popeye, il noto e potente programma per la soluzione di problemi ortodossi ed eterodossi, disponibile purtroppo solo in versione DOS a riga di comando e di uso quindi abbastanza complesso) e si è ultimamente anche dedicato alla digitalizzazione e riduzione in formato PDF di collezioni di riviste e
pubblicazioni problemistiche rare e ormai introvabili. E tutto questo materiale lo fornisce su CD-ROM dietro semplice rimborso spese !

Arcidosso (GR) 1985. Alvise Zichichi vince il 44° Campionato Italiano per spareggio tecnico su Roberto Messa, poi si esibisce in simultanea. Qui lo vediamo in quell'occasione contro Giuseppe Ferro, ed il fatto che Zichichi si sia seduto fa capire quanto il gioco si fosse fatto duro !

Massimiliano Marcucci, nato a Grosseto nel 1966, è studente universitario laureando in filosofia. Aveva tredici anni quando fu colto dalla passione per gli scacchi che, ben assecondata dall'allora neonato Circolo Scacchistico Grossetano, è stata da quel momento quasi costantemente coltivata ed è rimasta l'hobby preferito. Fino ad oggi ha disputato tre tornei FSI, e nell'ultimo (1989) ha conseguito la promozione in prima nazionale. L'incontro con il telegioco avvenne nella prima metà degli anni '80. Da allora si è guadagnato la promozione in seconda categoria e, con questo campionato a squadre, in prima categoria ASIGC.

Lo "studente" del gruppo, Massimiliano Marcucci, oggi abita sempre a Grosseto, è sposato, ha una figlia, ed è il direttore della Biblioteca Comunale di Roccastrada.

.Ed ora analizziamo 5 partite del loro campionato, con i commenti originali dei protagonisti.

5 PARTITE COMMENTATE

Classifica finale  (C = Capitano)                   D.T.: Gian-Maria Tani

XPunti_squadraXX

 1.  Circolo Scacchistico Grossetano: Franco Landolfi, Enzo Paris, Giuseppe Ferro (C), Massimiliano Marcucci 

19½

 2.  Società Scacchistica Savonese: Vittorio Piccardo (C), Giovanni Bartolucci, Angelo Polito, Fulvio Agazzi

19 (3,5)

 3.  D.L.F. Udine Uno: Maurizio Biasizzo, Paolo Zorat, Andrea Murero, Roberto Sorgo (C)

19 (0,0)

 4.  Circolo Amatori Scacchi-Genova: Giancarlo Santoro, Marcello Astengo, Enrico Covitti, Paolo Accossano

18½

 5.  Zeitnot: Antonio Monteleone, Catello Del Vasto, Bruno Fiori, Franco Mecucci

18

 6.  Regina: Aurelio Napoli Costa, Salvatore Cappadona, Attilio Gasparro, Emilio Bottaro

17½

 7.  Circ. Scacch. Messinese "U.Lancia": Vincenzo Gullotto, Carmelo Papale, Corrado Bonazinga, Alfredo Savoca

16

 8.  Italcable Roma: Alessandro Pompa, Antonio Piasini, Savino Baldini, Giuseppe Spinelli

14

 9.  All Scars Bari: Alberto Pontecorvo, Donato Romito, Eugenio Nappi, Lucio Lorusso

13½ (2,5)

10. S.S. Nissena di Caltanissetta: Franco Fedeli, Salvatore Verde, Antonio Diblio, Filippo Montagnino

13½ (2,0)

11. Napoli Vesuvio: Michele Petrillo, Rodolfo Riccio, Lucio Mauro, Luigi Moscarella

12 (2,0)

12. Sezione Scacchi Barletta: Cataldo Gerundini, Carlo Bissanti, Giuseppe Dipilato, Michele Spera 

12 (0,0)

13. C.S. Brugherese: Mario Pepe, Luisito Cane, Mario Crippa, Antonio Celia 

10½

14. Cordenons: Michele Perricone, Tiziano Tissino, Alviano Appi, Marco De Lorenzi

10

15. Circ. Scacch. Vanzaghello: Gianni Garini, Gilberto Torretta, Domenico Vitali, Armando Zanin

7

16. G.C. Polerio: Marcello Malloni, Stefano Castelli, Marco Tinari, Emilio Schroeder

17. Gli Ostinati del C.S.UISP Aurora-Collegno: Remo Chiosso, Roberto Bosetti, Pierfranco Tosonotti, Nicola Lizzari

Classifiche individuali

Cl

1ª scacchiera

P

2ª scacchiera

pPx

3ª scacchiera

P

4ª scacchiera

xPx

Vittorio Piccardo 

Paolo Zorat

 Bruno Fiori

Massimiliano Marcucci

Aurelio Napoli Costa

6

Enzo Paris

6

 Enrico Covitti

7

Fulvio Agazzi

Franco Landolfi 

6

Salvatore Cappadona

6

 Giuseppe Ferro

6

Paolo Accossano

.

Come eravamo

asigc.jpg (1756 byte)

Maurizio Sampieri  2 ottobre 2004