5° Campionato Italiano a Squadre 

Serie B

(1984-1986)

Caissa 2000 di Roma vince il Campionato Italiano di Serie B

 

I CAMPIONI   da sinistra a destra (I dati in tabella si riferiscono al 1986):

Angelo Bruni di Roma, 59 anni, 1ª Categoria Asigc

Gianfranco Pecis di Roma, Capitano, 42 anni, CM Asigc, 3ª Naz.FSI 

Patrizio Pacioni di Roma, 33 anni, CM Asigc 

Francesco Battiato di Milano, (foto sotto) 40 anni, CM ASIGC, 3ª Naz.FSI 

..

L'ultima battaglia di un grande amico

Francesco

Battiato

Francesco Battiato in 3ª scacchiera ha ottenuto 7 punti su 8. Così scriveva di lui Angelo Bruni nel 1986: E' l'unico infiltrato nella squadra, non se ne è pentito. Milanese, 40 anni appena compiuti, predilige le scalate sui sentieri di montagna. Appena raggiunge un pianoro piazza la griglia portatile, l'accende con profumato carbone francese e si immerge nello studio della variante "dei 4 capponi". Nel gioco a tavolino è 3ª Nazionale. Nell'Asigc dal 1976, ha percorso tutta la trafila fino ad essere promosso nel 1983 Candidato Maestro. Senza contare questo campionato, in totale ha giocato 112 partite: +67 =34 -11, cioè un lusinghiero 75%. Sta giocando la semifinale A del torneo del vino, con la segreta speranza di annaffiare con il "gallo nero" la sua preferita "variante dei quattro capponi"   (Nota: nel "Torneo del vino Chianti Classico Gallo Nero" lo sponsor, tra eliminatorie e finali, dava in premio 516 bottiglie di vino).

Francesco era gravemente malato, e nonostante numerosi interventi, un tumore se l'è portato via dopo pochissimi anni, lasciando un grande dolore nell'animo dei suoi ex compagni di squadra. Non è un modo di dire, infatti, nonostante abitasse a Milano, strinse una grande amicizia con i tre romani. In proposito basterebbe chiedere a Gianfranco Pecis delle giornate trascorse insieme a lui nella casa che Francesco aveva tra le colline del Soave in provincia di Verona, casa frequentata anche da altri soci Asigc, come il dott.Maurizio Tencheni, ad esempio.

 

Giacomo Battiato.

Ricordate il bellissimo film in due puntate che Canale 5 ha trasmesso a gennaio? "Il segreto di Thomas". Era la storia di un bambino di origine ebrea, fortissimo giocatore di scacchi, che i nazisti inseguono per impedirgli di raggiungere la Svizzera e di svelare una serie di codici segreti che la madre gli aveva fatto imparare a memoria. Il regista del film è Giacomo Battiato, fratello del nostro Francesco. In una rivista di cinema un attore raccontò che durante le riprese delle partite a scacchi sembrava che il regista mutasse stranamente di umore. Noi sappiamo perché, come poteva non rivolgere il suo pensiero allo sfortunato fratello?  Giacomo è un regista cinematografico e televisivo sensibile e impegnato, tra un mese inizierà le riprese per Mediaset sulla vita giovanile di Karol Wojtyla, l'ennesimo successo annunciato. Per quest'opera i produttori investiranno circa 12 milioni di euro.

.

Riprendiamo le note del 1986 di Angelo Bruni.

Patrizio Pacioni, anni 33, coniugato, un'adorabile figlioletta tanto plagiata dalle interminabili analisi telefoniche che quasi ogni giorno ascoltava, che una volta disse alla signora Melina: -mamma dammi il telefonino-, -che cosa ne vuoi fare?-, -devo telefonare a Gianfranco per sapere dove mettere l'Alfiere b5-.  All'epoca del fatto Carlotta aveva 2 anni. Patrizio è laureato in Scienze politiche, lavora in banca, è CM Asigc. Ha telegiocato 16 tornei con un totale di 142 partite: +84 =40 -18, con la percentuale di 73,2. Tra il 1979 e il 1983 ha giocato 4 semifinali oltra alla finale del campionato italiano assoluto. In questo campionato ha vinto la prima scacchiera con 7 punti su 8.

Gianfranco Pecis, 42 anni, di Roma, è nell'Asigc dal 1977; con 6 tornei è passato da 3ª Cat. a CM. A tavolino ha partecipato ad un solo festival acquisendo la 3ª Nazionale. E' appassionato di problemistica. I migliori risultati in tale campo sono stati la conquista del titolo di campione italiano solutori dei diretti in 3 mosse nel 29° campionato indetto da "L'Italia scacchistica" 1980. Nel 1983 primo posto ex aequo e nel 1984 stesso risultato nel concorso indetto da "Scacco!". Sposato, due figli, diplomato ragioniere, è funzionario di un Ente previdenziale. In questo campionato ha vinto la seconda scacchiera a punteggio pieno, 8 su 8 !

Patrizio Pacioni, Gianfranco Pecis, Angelo Bruni

Angelo Bruni, il "peggiore" della squadra: 7 punti su 8 e 3° posto in quarta scacchiera, a pari punti con il vincitore!  

Con molta ironia, di se stesso scrisse: -Poiché la foto svela anche particolari fisici, si può aggiungere che la calvizie avanza su tutta la fronte, e che la miopia giovanile sta per uscire sconfitta dalla presbiopia pre-senile. Coniugato, tre figli. Preferisce il gioco lampo perché ha più alibi da accampare quando immancabilmente perde tutte le partite. E' stato il punto di forza della squadra avendo costretto i suoi co-équipiers a "sforzare" le meningi per demolire le sue astruse ma anche irrazionali analisi-

Notevole il distacco tra la squadra vincitrice e la seconda in classifica, mentre, come potete constatare, le 6 squadre che seguono sono tutte raggruppate dentro 2 punti e mezzo, segno di un grande equilibrio fra le squadre, ad eccezione della "stellare" prima classificata. 

"Caissa 2000", del resto, non sembra quasi il nome di una costellazione.?

.

Classifica finale  (C = Capitano)                   D.T.: Filippo Vetro

XPunti_squadraXX

 1.  Caissa 2000 di Roma: Patrizio Pacioni, Gianfranco Pecis (C), Francesco Battiato, Angelo Bruni 

22 su 24

 2.  Sergio Bianchi di Firenze: Stefano Moncher, Alfio Pintaudi, Enrico Cecchelli, Donato Guerrini (C)

18½ (+3½)

 3.  The Wood Pushers di Cuneo: Giorgio De Giorgis (C), Sergio Giuganino, Giacomo Fissore, Patrizio D'Alessandro

18½ (+0)

 4.  Catania Scacchi:: Santo Spina, Giorgio Luigi Grasso, Yuri Garrett, Carmelo Coco (C)

18

 5.  C.S.Castelnovese di Alessandria: Piero Bensi (C), Aldo Cairo, Danilo Mensi, Ferdinando De Stefani

17½

 6.  C.S.Brugherio di Milano-Como: Mario Pepe (C), Luisito Cane, Mario Crippa, Nevio Marzari

16½

 7.  G.S. Polerio di Roma: Catello Del Vasto, Stefano Castelli, Marco Tinari, Emilio Schroeder (C)

16

 8.  Napoli Vesuvio: Rodolfo Riccio, Lucio Mauro (C), Luigi Moscarella, Alfonso Lupo

13½ (+3+15,50)

 9.  C.S.Alfa Romeo Auto di Pomigliano d'Arco: Quirino Mele, Carlo Qualano (C), Raffaele Mele, Salvatore Spiezia

13½ (+3+14,85)

10. Aurora 2 di Alpignano: Alberto Bertino, Roberto Bosetti (C), Pierfranco Tosonotti, Marino Serrajotto

11

11. S.S.Nissena di Caltanissetta: Filippo Montagnino, Pietro Ventura, Antonio Diblio, Salvatore Verde (C)

10½ (+2)

12. Il Grillo di Roma: Carlo Mola (C), Massimo Mancini, Bruno Roberti, Alfonso Polizzi

10½ (+0)

13. C.S.Vanzaghello di Milano: Graziano Ottolini, Gianni Garini, Pier Angelo Macchiettini, Gilberto Torretta (C)

10 (+0,5)

14. Zeitnot di Roma: Charles Azzopardi, Roberto D'Arpino, Antonio Monteleone, Franco Mecucci (C)

10 (+0)

15. Mikhail Botvinnik di Napoli: Giuseppe Menale, Bruno Menale (C), Franco Paolucci, Franco Menale

9½

16. C.S.Bovisa di Milano: Giampietro Calzolari (C), Antonio Martino, Corrado Astengo, Pasquale Gorgoglione

9

17. C.S.Lupiae di Lecco: Giorgio Sansonetti, Sergio Limongelli, Massimo Borgia, Stefano De Giorgi

3

Classifiche individuali

Cl

1ª scacchiera

pti

2ª scacchiera

pptix

3ª scacchiera

pti

4ª scacchiera

xptix

 Patrizio Pacioni  7

 Gianfranco Pecis

8

 Giacomo Fissore

8

 Patrizio D'Alessandro

7

 Stefano Moncher 7

 Stefano Castelli

7

 Francesco Battiato

7

 Carmelo Coco

7

 Filippo Montagnino  5½

 Giorgio Luigi Grasso

6

 Bruno Roberti

 Angelo Bruni

7

 Mario Pepe

 Aldo Cairo

6

 Franco Paolucci

5

 Ferdinando De Stefani

7

 Rodolfo Riccio  5

 Luisito Cane

6

 Marco Tinari

5

 Donato Guerrini

.

Come eravamo

www.asigc.it 

Maurizio Sampieri  1-8-2004